News

25. 11. 2020

Indietro

Prove sui tavoli: comparazione dei requisiti.

Le norme europee relative ai tavoli sono sostanzialmente di due tipi: quelle che descrivono i metodi di prova e quelle che ne definiscono i requisiti. Mentre la norma dei metodi è unica (la EN 1730), la norma che definisce i requisiti varia in funzione della destinazione d’uso del prodotto, ad esempio:

  • Tavoli ad uso domestico: la norma di requisiti è la EN 12521

  • Tavoli ad uso non domestico: la norma di requisiti è la EN 15372

  • Tavoli ad uso esterno: la norma di requisiti è la EN 581

  • Tavoli ad uso ufficio: la norma di requisiti è la EN 527.


Le norme sopra indicate prevedono carichi, cicli e sollecitazioni diversi che possono essere più o meno intensi a parità del metodo di prova.

La domanda che ci viene posta più di frequente dai nostri clienti è di comparare le sollecitazioni a cui il tavolo è sottoposto utilizzando un requisito piuttosto che un altro.

Abbiamo quindi pensato di redigere una tabella riassuntiva dove si possono facilmente verificare i valori delle sollecitazioni previste dalle diverse prove, disponibile e pronta all'uso al seguente link:   

Prove sui tavoli: comparazione dei requisiti.

Note per una corretta lettura della tabella.
Nella colonna di sinistra sono elencate le prove indicate nel metodo EN 1730, scorrendo verso destra si possono trovare i valori previsti dal rispettivo requisito. Le celle vuote indicano che la prova non è applicabile in quanto non richiamata nella relativa norma dei requisiti. La tabella riassuntiva non copre tutte le tipologie di tavoli presenti sul mercato e non riporta tutte le casistiche previste dalle norme per cui, per una completa applicazione delle stesse, si rimanda comunque ad una attenta e approfondita lettura dei documenti. 


Per informazioni:
Maurizio Marussi
+39 0432 747225
marussi@catas.com