News

01/10/2018

Indietro

Il Catas a fianco delle aziende per rispondere ai Criteri Ambientali Minimi

CATAS ha collaborato alla redazione dello “Schema di attestazione di rispondenza ai criteri ambientali minimi del settore legno-arredo” e a tal proposito, in collaborazione con la Commissione Tecnica di Assufficio, ha predisposto una guida volta a facilitare le aziende nella comprensione dei criteri ambientali minimi CAM, richiesti dalla disciplina degli appalti pubblici.
CATAS è consapevole della complessità della norma e per questo ha sempre dimostrato disponibilità a fornire indicazioni alle aziende relativamente agli aspetti tecnici previsti dai CAM.
Queste indicazioni derivano da una sintesi tra il dettato normativo del decreto ministeriale 11.01.2017 ed i continui aggiornamenti disponibili nella rubrica FAQ sul sito internet del Ministero dell’Ambiente e del Territorio.
L’approccio di CATAS relativamente ai CAM è quello di coniugare gli aspetti normativi con quelli più prettamente operativi, questi ultimi soggetti a continui aggiornamenti, cercando in ogni caso di non gravare le aziende di costi e procedure non strettamente necessari.

Cosa sono i CAM.
Il codice degli appalti pubblici prevede l’utilizzo dei criteri di sostenibilità ambientale ed energetica negli appalti delle pubbliche amministrazioni. I CAM (Criteri Ambientali Minimi) definiscono i criteri ambientali degli acquisti di prodotti e di servizi ambientalmente sostenibili e sono previsti dalla commissione europea che con il GPP, Green Public Procurement, ha dato vita al piano d’azione per la sostenibilità dei consumi della pubblica amministrazione. I CAM attualmente in vigore sono identificati e consultabili sul sito del Ministero dell'Ambiente, cui si rimanda per un maggiore dettaglio: Criteri Ambientali Minimi.

Per informazioni:
Marco Righini
+39 0432 747258
righini@catas.com